ASTREMIX

MANGIME COMPLEMENTARE

Componenti:

Lattosio – Destrosio – Lieviti essiccati foraggieri.

Integrazione per kg:

Vitamina A stabilizzata U.I. 4.000.000 - Vitamina D3 stabilizzata U.I. 200.000 - Vitamina E stabilizzata (alfa tocoferolo 91%) mg 2.000 - Vitamina B1 mg 1.000 - Vitamina B2 mg 2.000 - Vitamina B6 mg 400 - Vitamina B12 mcg 6.000 - Vitamina K protetta mg 3.000 - Vitamina C protetta mg 10.000 - D-biotina mcg 6.000 - Ac. folico mg 100 - Vitamina PP protetta mg 5000 - Ca D-pantotenato mg 2.000 - Colina protetta mg 30.000 - BHT mg 750 - D L-metionina protetta mg 40.000 - L-Iisina (monocloridrato di L-Iisina) mg 10.000 - calcio g 90 - fosforo g 60 - sodio g 40 - magnesio g 8 apportati da: fosfato bicalcico biidrato (precipitato da ac. fosforico) Ca 26% - P 17% - calcio carbonato da rocce calciche Ca 38% - ceneri insolubili in HCl 0,05% - cloruro di sodio Na 39% - ceneri insolubili in HCl < 10 % - magnesio ossido Mg 52%.

Tenori analitici sul T.Q.:

Umidità 7,0% - Proteine gregge 0,0%- Grassi greggi 0,1 %- Cellulosa greggia 0,1% - Ceneri gregge 33 % - Calcio 9% - Fosforo 6% - Magnesio 0.8%.


Indicazioni:

Le recenti acquisizioni sulle vitamine hanno messo in evidenza che queste sostanze, in piccolissime quantità e già preformate, devono essere fornite all'organismo animale che è incapace di sintetizzarle. Esse sono dei biocatalizzatori che, nella maggior parte dei casi partecipano come coenzimi ed intervengono in molte importanti reazioni biochimiche essenziali per il fisiologico trofismo cellulare, permettendo l'utilizzazione metabolica di elementi energetici e plastici. In alcuni casi più vitamine intervengono a vari livelli biochimici, nello svolgimento fisiologico di importanti funzioni cellulari. Possiamo ricordare ad esempio l'interrelazione tra ac. folico, vitamina B12 e vitamina C nel metabolismo dei carboidrati, delle proteine e nucleoproteine, e dei grassi; ricordiamo ancora l'interrelazione tra vitamina B2 e vitamina PP particolarmente importante nel metabolismo dei carboidrati ecc. Per quanto riguarda la forma sotto cui possono essere somministrate queste sostanze, ricordiamo che, per alcune di esse, mentre degli animali sono in grado di assumere dei precursori, le provitamine, e trasformarli in vitamine, in altri animali ciò non avviene. Per cui, in tali casi, è necessaria la somministrazione delle vitamine già formate. è il caso ad esempio dei cavallo che non trasforma facilmente il carotene in vitamina A. I migliori risultati si ottengono utilizzando associazioni polivitaminiche poiché in tal modo, ristabilendo al massimo grado le funzioni biocatalizzatrici delle vitamine associate, si utilizzano completamente sia gli effetti specifici che quelli che risultano dalle interrelazioni tra le vitamine somministrate. Le vitamine opportunamente associate tra loro riequilibrano, pertanto, nel miglior modo lo stato fisiologico degli animali mettendoli nelle più idonee condizioni di attività biochimica celluare e quindi di salute, di resa funzionale e di recupero fisico. la somministrazione di associazioni vitaminiche è poi particolarmente' indicata in animali in cui vi siano maggiori necessità di tali elementi sia per un'aumentata utilizzazione che per un ridotto assorbimento a livello intestinale. L'Astremix è un'associazione rispondente ai principali requisiti richiesti alle vitamine approntato allo scopo di integrare ed arricchire in vitamine ed aminoacidi l'alimentazione degli animali per la costituzione di un riserva vitaminica-antianemica, per favorire il recupero biochimico nei casi di superlavoro e di stress, per aumentare le produzioni, potenziare le difese organiche e le funzioni riproduttive, favorire una migliore utilizzazione degli alimenti, ed in generale per ripristinare e migliorare tutte le funzioni biochimiche legate alla presenza delle vitamine. L'Astremix è utile pertanto per cavalli di tutte le età e in specie nelle femmine gravide per agevolare un regolare svolgimento della gravidanza e in quelle in allattamento, nei giovani animali per favorire uno sviluppo armonico e per prevenire forme anemiche e turbe somatiche.

Dosi d'impiego per cavalli:

0.5 - 1 g per kg di mangime

Quantità per capo al giorno:

cavalli in attività 30 g

fattrici e puledri 20 g al giorno per 20 giorni ad intervalli di 20 giorni

Si consiglia l’associazione con FOSMIN

Confezioni:

barattolo Kg 1,5 – fusto Kg 8